Main Content

D.Lgs 33/2013 art. 35, c. 1,2 Tipologie di procedimento

Indietro
Ricerca
In corso

28 schede trovate

Browse

Procedimento Tipo Ufficio Descrizione Caricamento Aggiornamento Altri dati
SCHEDA PROCEDIMENTI AREA AMMINISTRATIVA Ad istanza di parte A. AMMINISTRATIVA ELENCO PER TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTO DELL'AREA AMMINISTRATIVA 25-02-2014 25-02-2014
 
AUTORIZZAZIONE SCARICO FUORI FOGNATURA ACQUE REFLUE DOMESTICHE O ASSIMILABILI A DOMESTICHE Ad istanza di parte A. ASSETTO DEL TERRITORIO Tutte le abitazioni o le attività produttive non collegate alla fognatura e non soggette ad obbligo di allaccio alla medesima (c.f.r. art.92 del Regolamento del Servizio Idrico Integrato), per poter scaricare le acque derivanti da attività domestiche, industriali o agricole, devono richiedere l'autorizzazione allo scarico di acque reflue. In base all'utenza e alla tipologia di utilizzo, le acque reflue si dividono in domestiche, assimilabili alle domestiche (c.f.r. Allegato 2 D.P.G.R. 46/R/2008) e industriali. Per gli scarichi di acque reflue domestiche e per gli scarichi assimilabili ai domestici, l'autorizzazione deve essere richiesta al Comune di Barga. La domanda di Autorizzazione allo scarico fuori fognatura deve essere presentata all'Ufficio Protocollo del Comune di Barga utilizzando l'apposito modulo allegato alla presente scheda. L'autorizzazione è valida per quattro anni dal momento del rilascio. Un anno prima della scadenza deve essere richiesto il rinnovo. L’ autorizzazione è tacitamente rinnovata se rilasciata in forma esplicita e se le caratteristiche qualitative e quantitative dello scarico non risultano modificate rispetto a quelle autorizzate. Nel caso di variazione della proprietà o del nominativo del titolare/ditta che utilizza lo scarico del manufatto deve essere richiesta una nuova autorizzazione allo scarico o essere presentata voltura. La normativa di riferimento è la seguente: - Regolamento del Servizio Idrico Integrato - Revisione n.7 Approvato da AIT con Decreto n.18 del 10/05/2017 (In vigore dall’11/05/2017 il Regolamento) – che precisa chi deve obbligatoriamente allacciarsi alla pubblica fognatura. - D.Lsg 152/06 e s.m.e.i. - Delibera 4 febbraio 1977 del Comitato Dei Ministri Per La Tutela Delle Acque dall'inquinamento - Legge Regionale n.20 del 31/5/2006 e s.m.ei. (L.R. 20/2006) - Regolamento Regionale D.P.G.R. 8 settembre 2008, n. 46/R (D.P.G.R. 46/R/2008) e s.m.e.i. 29-11-2017 29-11-2017
 
BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE -CADENZA ANNUALE Ad istanza di parte A. ASSETTO DEL TERRITORIO Sulla base di un fondo nazionale e regionale istituito con la L.431/1998, il Comune ogni anno pubblica un bando per assegnare contributi economici finalizzati al parziale rimborso dei canoni di locazione. A partire dalla data di pubblicazione del bando, i soggetti in possesso dei requisiti elencati negli appositi decreti e delibere regionali possono presentare domanda per ottenere il contributo compilando l’apposita modulistica predisposta dal comune. Per l’ammissione al concorso è necessario il possesso dei seguenti requisiti di base che però di anno in anno possono subire lievi variazioni: 1. cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione Europea. Al suddetto bando possono partecipare anche i cittadini di altri Stati o apolidi a condizione di essere in possesso di titolo di soggiorno in corso di validità (D.Lgs. 286/98 e s.m. e i.) e di risiedere da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero da almeno cinque anni nella medesima Regione (art. 11, comma 13, L. 133/2008); 2. residenza anagrafica nel Comune di Barga e nell'immobile con riferimento al quale si richiede il contributo; 3. non aver ottenuto altri benefici pubblici da qualunque ente e in qualsiasi forma a titolo di sostegno alloggiativo nell’anno oggetto del contributo e riferito a tale periodo. L’eventuale ricevimento dei suddetti nel corso dell’anno oggetto del contributo comporta l’automatica decadenza del diritto al contributo (ad eccezione del reddito di cittadinanza); 4. non essere titolare, assieme ai componenti del proprio nucleo familiare, di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su immobili ad uso abitativo ubicati nel territorio italiano o all’estero fatto salvo il caso di titolarità di proprietà assegnate in sede di separazione giudiziale al coniuge ovvero titolarità pro-quota di diritti reali dei quali sia documentata la non disponibilità; 5. essere titolare di un regolare contratto di locazione stipulato ai sensi dell’ordinamento vigente al momento della stipula, regolarmente registrato, di un alloggio adibito ad abitazione principale, corrispondente alla residenza anagrafica e sito nel Comune presso il quale viene presentata la domanda; 6. non essere conduttore di alloggi inseriti nelle categorie catastali A/1 (abitazione di tipo signorile), A/8 (ville) e A/9 (palazzi con pregi artistici e signorili) come indicato dall’art. 1comma 2 L. 431/98; 7. non essere assegnatario e residente in un alloggio di edilizia residenziale pubblica. L’eventuale assegnazione di un alloggio di edilizia residenziale pubblica, nel corso dell’anno oggetto del contributo comporta l’automatica decadenza del diritto al contributo a far data dalla effettiva disponibilità dell’alloggio; 8. essere in possesso di certificazione che attesti un valore ISE, calcolato ai sensi del D.P.C.M. 159/2013,non superiore a Euro 28.770,41 aggiornato annualmente nella misura del 75% della variazione assoluta dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati del mese di dicembre; 9. essere in possesso di certificazione che attesti un valore ISEE (indicatore delle situazione economica equivalente), valore ISE (indicatore della situazione economica) e incidenza del canone annuo, al netto degli accessori, sul valore ISE, calcolato ai sensi del D.P.C.M. 159/2013 e s.m.e i, rientranti entro i valori di seguito indicati: Fascia A – valore ISE uguale o inferiore all'importo corrispondente a due pensioni minime INPS per l’anno cui si riferisce il bando.Incidenza del canone al netto degli oneri accessori sul valore ISE non inferiore al 14%. Fascia B - Valore ISE compreso tra l’importo corrispondente a due pensioni minime I.N.P.S. per l’anno cui si riferisce il bando e l’importo di cui al precedente punto 8.. Incidenza del canone sul valore ISE non inferiore al 24%. Valore ISEE non superiore al limite per l’accesso all’ E.R.P., così come aggiornato con delibera della Giunta Regionale per la revisione biennale del limite di reddito. Nella fascia di “ISE zero” sono compresi tutti i soggetti che hanno un ISE pari a zero, ovvero che hanno un ISE inferiore o comunque incongruo rispetto al canone di locazione per il quale richiedono il contributo. L’erogazione del contributo a soggetti che dichiarano “ISE zero” è possibile soltanto in presenza di espressa certificazione a firma del responsabile del competente Ufficio, che attesta che il soggetto richiedente usufruisce di assistenza da parte dei servizi sociali del Comune, oppure in presenza di autocertificazione circa la fonte di sostentamento. -Nel caso in cui il richiedente dichiari di ricevere sostegno economico da parte di una persona fisica esterna al nucleo familiare (a titolo di esempio ma non esaustivo: figli, genitori, parenti, amici), deve allegare alla domanda, a pena di esclusione, la dichiarazione del soggetto che presta l’aiuto economico (alla dichiarazione, contenente i dati anagrafici, le modalità, la finalità e la quantificazione economica dell’aiuto prestato, dovranno essere allegati obbligatoriamente la copia fotostatica di un documento valido d’identità e altra documentazione ritenuta idonea al caso specifico). - Nel caso in cui il richiedente il contributo dichiari di ricevere sostegno economico da parte di enti, associazioni e/o soggetti diversi da persona fisica, differenti dal Comune di Barga, dovrà indicare i dati dell’ente o dell’associazione o del soggetto (denominazione, recapito, referente) nonché la somma ricevuta. - Le fonti di sostentamento devono risultare di entità sostenibile da parte di chi presta l’aiuto economico. La domanda , completa degli allegati necessari, redatta su apposito modello da ritirarsi presso l’UFFICIO CASA (Area Assetto del Territorio) del Comune o scaricabile dal sottostante link dovrà essere sottoscritta dal richiedente sottoforma di autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 e s.m. e i. e quindi presentata direttamente all’Ufficio protocollo del Comune di Barga, via di Mezzo, 45 o spedita in busta chiusa a mezzo raccomandata AR, o tramite posta certificata all’indirizzo comune.barga@postacert.toscana.it; - Il Comune provvede all’istruttoria delle domande pervenute verificandone la completezza, la regolarità, la rispondenza ai criteri del bando. - I soggetti in possesso dei requisiti minimi sono collocati nelle graduatorie comunali, distinti in fascia A e B. Per ciascuna fascia, distinti in base alla diversa percentuale di incidenza canone/reddito. - La graduatoria, previo parere dell’apposita Commissione, è approvata con Determina del Responsabile dell’Area, stabilendo i contributi secondo le modalità previste nelle Delibere della Giunta Regionale per l'anno in corso. La graduatoria di cui sopra è pubblicata per quindici giorni all’Albo Pretorio del Comune. I contributi del presente bando saranno erogati nei limiti delle risorse assegnate all’Ente dalla Regione Toscana e di quelle a carico del Bilancio Comunale. Sulla base di quanto stabilito dalla Giunta Comunale nella citata delibera, le risorse a carico del bilancio comunale saranno destinate a seguito delle risultanze del bando e sulla base della ripartizione della Regione Toscana delle risorse per l'anno in corso. Qualora i contributi erogati dalla Regione/Comune fossero insufficienti a soddisfare tutte le richieste dei soggetti ricadenti in fascia “A”, il Comune liquiderà tali risorse secondo percentuali calcolate nel rispetto dei disposti dell’allegato A p.5.3 (D.G.R. n. 228/2018) e dell’ordine di collocazione, fino ad esaurimento delle stesse. Il medesimo criterio di ripartizione verrà applicato anche per i soggetti ricadenti in fascia “B” qualora il contributo erogato dalla Regione, sufficiente a liquidare completamente le richieste collocate in fascia “A”, sia insufficiente a soddisfare tutte le richieste dei soggetti collocati in fascia “B”. La collocazione nella graduatoria, non comporta automaticamente il diritto né all’erogazione del contributo teorico riconosciuto né dell’erogazione di un contributo, restando l’effettiva liquidazione subordinata alla disponibilità di risorse sufficienti. 25-05-2016 02-10-2020
 
BANDO PUBBLICO PER ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI RELATIVI AD INTERVENTI PER LA PREVENZIONE DEL RISCHIO SISMICO Ad istanza di parte A. ASSETTO DEL TERRITORIO Per quanto previsto dall’art. 14 comma 3 delle Ordinanze del Capo Dipartimento Protezione Civile n. 52 del 20 febbraio 2013, n. 171 del 19 giugno 2014 e n. 293 del 26 ottobre 2015 “Attuazione dell’articolo 11 del decreto-legge 28 aprile 2009, n. 39, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 giugno 2009, n. 77”, di seguito chiamate Ordinanze, il comune indice una selezione pubblica per l’assegnazione di contributi finalizzati alla realizzazione di interventi strutturali di rafforzamento locale, di miglioramento sismico o, eventualmente di demolizione e ricostruzione, sulla base di apposita graduatoria regionale. - i requisiti necessari e le tipologie degli interventi ammessi sono riportati nel bando allegato. - dovrà essere presentata al Sindaco, domanda ai sensi delle leggi vigenti, redatta, pena esclusione, sull’apposito modulo di cui all’allegato 4 della citata Ord. 293/2015. Alla domanda dovrà essere allegato: a) l’estratto catastale in fotocopia in cui sia evidenziato l’Unità minima di intervento; b) in caso di sussistenza di Ordinanza sindacale di sgombero, copia cartacea della stessa; c) impegno a sottoscrivere la stampa dell’invio telematico della domanda inserita a cura dell’Ufficio nel software fornito dal Dipartimento di Protezione Civile; d) eventuale ulteriore documentazione necessaria per il caso specifico (dichiarazione di cui all’allegato 9 della Direttiva D.1.11, scrittura privata, ecc.); 2 - La domanda dovrà essere presentata a firma del proprietario dell’unità minima di intervento. Inoltre: a) nel caso di condomini costituiti formalmente, la domanda di accesso ai contributi può essere prodotta dall'Amministratore in conformità al regolamento adottato dal condominio; b) nel caso di comunioni i proprietari designano all'unanimità, con apposita scrittura privata o procura un rappresentante della comunione. Questi provvede a redigere la richiesta di incentivo di cui al comma 5 dell'articolo 14 delle citate Ordinanze e può essere autorizzato a ricevere su un conto corrente dedicato i contributi erogati dalla Regione. - Il Comune provvede alla ricezione e registrazione delle richieste di contributo al fine della successiva formazione di una graduatoria di priorità a cura della Regione Toscana . La graduatoria di cui sopra è formulata e pubblicata dalla Regione, fino all’esaurimento delle risorse disponibili. Contestualmente la Regione informa i Comuni che entro 15 gg notificano l’esito ai soggetti utilmente collocati in tale graduatoria. Le modalità e tempistiche di approvazione dei progetti sono quelle riportate nell’art.7 delle Direttive Regionali D.1.11 (approvate con D.G.R. n. 1321/del 19.12.2016); l’art. 8 riporta prescrizioni e tempistiche per la realizzazione dei vari interventi; l’art. 9 specifica le condizioni per la decadenza dal finanziamento e l’art. 10 descrive le modalità di finanziamento. 29-03-2017 29-03-2017
 
CONCORSO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA INERENTE L’ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA POSTI NEL COMUNE - ANNO 2019 Ad istanza di parte A. ASSETTO DEL TERRITORIO Il LODE , con Delibera n. 8/2019, ha approvato il Regolamento ex art. 7 LRT 2/2019, “Tempistiche e modalità di approvazione del bando del Lode Lucchese per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica”, il Bando Generale per la formazione della graduatoria inerente l’assegnazione in locazione semplice degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, lo Schema di domanda di partecipazione al bando generale per l’assegnazione in locazione semplice degli alloggi E.R.P.; Con delibera n. 68 del 27/9/2019 il Consiglio Comunale ha approvato il sopra citato Regolamento che disciplina il presente procedimento. Con determina R.A.A.T. n. 1303 del 15/10/2019 sono stati approvati Bando Generale per la formazione della graduatoria inerente l’assegnazione in locazione semplice degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, lo Schema di domanda di partecipazione al bando generale per l’assegnazione in locazione semplice degli alloggi E.R.P. A partire dalla data di pubblicazione del bando (18 ottobre 2019) e fino al 17 dicembre 2019, i soggetti in possesso dei requisiti possono presentare domanda per la formazione della graduatoria inerente l’assegnazione in locazione semplice degli alloggi di edilizia residenziale pubblica posti nel comune di Barga. Le domande sono istruite dal Comune che provvede successivamente a formare e pubblicare la graduatoria provvisoria e a pubblicare la graduatoria definitiva secondo quanto previsto dal Regolamento LODE. I requisiti per l’accesso agli alloggi di edilizia residenziale pubblica, la modalità di presentazione della domanda, il suo contenuto, i termini di presentazione, sono illustrati nel bando e nella domanda pubblicati sull’home page del sito del comune di Barga (www.comune.barga.lu.it) . Le domande di partecipazione al bando di concorso devono essere compilate unicamente sui moduli appositamente predisposti dal Comune di Barga. I moduli di domanda potranno essere reperiti presso: - Via Di Mezzo n. 45 – Barga (Area Assetto Del Territorio) - Sito istituzionale del Comune (www.comune.barga.lu.it) Le domande di partecipazione al bando di concorso devono essere presentate in bollo, ai sensi del D.P.R. 26.10.1972 n. 642 e s.m.i. Le domande dovranno pervenire al Comune di Barga compilate con i relativi allegati, esclusivamente nelle forme di seguito indicate e, A PENA DI ESCLUSIONE, entro e non oltre il 17 dicembre 2019. Le domande potranno essere: -a mano all’ufficio protocollo del Comune di Barga, posto in via di Mezzo,45 nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalla 9,00 alle 13,00; -per posta a mezzo raccomandata A/R (farà fede il timbro dell’ufficio postale accettante) all’indirizzo: Area Assetto del Territorio -Comune di Barga, via di Mezzo,45, 55051, Barga (LU); -per posta certificata PEC all’indirizzo: comune.barga@postacert.toscana.it. Le domande spedite o consegnate al protocollo dell’Ente oltre il termine non saranno considerate valide ai fini della partecipazione al presente bando, e verranno pertanto archiviate. ISTRUTTORIA - FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA -RICORSI - Il Comune, entro 90 giorni dal termine ultimo di presentazione delle domande, provvede alla formazione ed alla pubblicazione della graduatoria provvisoria all’Albo per trenta giorni consecutivi, trasmettendola contestualmente alla segreteria del LODE. - I ricorsi avverso l’esclusione o la collocazione in graduatoria sono presentati alla Commissione istituita presso il LODE nei trenta giorni di pubblicazione all’albo, su apposita modulistica. - Il Presidente convoca e riunisce la Commissione entro i 10 giorni successivi alla scadenza del termine per la presentazione dei ricorsi e deve concludere i propri lavori entro 30 giorni dalla prima seduta. - La Commissione, dopo l’esame degli eventuali ricorsi, forma le graduatorie definitive e le trasmette al Comune. - Il Comune, entro 15 giorni dalla suddetta trasmissione, provvede all'approvazione e alla pubblicazione della graduatoria definitiva. MODALITA’ E CRITERI DI ASSEGNAZIONE - Gli alloggi saranno assegnati, dal Comune di appartenenza previa pianificazione con ERP Lucca S.r.l. dell'ordine di messa in disponibilità degli alloggi, secondo l’ordine stabilito dalla graduatoria definitiva, che ha validità immediata a decorrere dalla sua pubblicazione all'Albo Pretorio del Comune e conserva la sua efficacia fino alla pubblicazione della graduatoria definitiva del successivo bando - In sede di prima applicazione del Regolamento le graduatorie definitive conseguenti il bando indetto da LODE andranno a sostituire in ogni caso quelle precedenti. - Le assegnazioni saranno effettuate considerando la composizione del nucleo familiare in relazione ai vani utili, nonché l'ubicazione e la collocazione degli alloggi stessi, così come stabilito dall’art. 12 della L.R.T. n. 2/2019, potendo ciò comportare lo scorrimento della graduatoria. - Nell'individuazione degli alloggi da assegnare i comuni perseguono infatti l'obiettivo della razionalizzazione dell'uso del patrimonio pubblico e del soddisfacimento delle necessità abitative dei nuclei familiari, tenendo conto altresì del contesto abitativo al fine di assicurare la massima integrazione e coesione sociale, nonché la pacifica convivenza. -Nel caso in cui l'alloggio sia pronto per la consegna, entro i dieci giorni successivi all’invio del provvedimento di assegnazione, il soggetto gestore provvederà a stipulare il contratto ed a consegnare contestualmente le chiavi dell’alloggio. - L’occupazione dell’alloggio assegnato deve avvenire entro i termini di legge, a pena di decadenza. 14-07-2016 02-10-2020
 
RILASCIO DI CERTIFICATI DI DESTINAZIONE URBANISTICA Ad istanza di parte A. ASSETTO DEL TERRITORIO Chi ha interesse presenta all'Ufficio Protocollo del Comune una richiesta su apposita modulistica per ottenere il rilascio del certificato di destinazione urbanistica relativo all'area o agli immobili interessati. Istanza in bollo (salvo casi di esclusione) e pagamento di diritti di segreteria. Alla richiesta devono essere allegati: - estratti di mappa catastale, planimetrici in scala 1:2.000- 1:1000; - nel caso di frazionamenti dovrà essere allegato il frazionamento stesso o la mappa aggiornata dall’Agenzia del Territorio; - ricevuta versamento diritti di segreteria. Riferimenti normativi: Art. 30 del DPR n. 380 del 06.06.2001 (ex art.18 della L. 28.2.1985 n.47) 30-01-2017 30-01-2017
 
RILASCIO DI DEROGA AL REGOLAMENTO URBANISTICO (ARTT.38.1 -38.3 – 39.1 - 47) Ad istanza di parte A. ASSETTO DEL TERRITORIO Chi ha interesse presenta all'Ufficio Protocollo del Comune una richiesta su apposita modulistica per ottenere il rilascio della deroga relativo all’intervento che interessa. Istanza in bollo e pagamento di diritti di segreteria. Alla richiesta devono essere allegati: - estratti di mappa catastale, planimetrici in scala 1:2.000- 1:1000; - elaborati progettuali e stato di fatto di idoneo dettaglio. - relazione illustrativa delle necessità di deroga - Documentazione fotografica - ricevuta versamento diritti di segreteria. Riferimenti normativi: Regolamento urbanistico del Comune di Barga Artt. 38.1 – 38.3 – 39.1 – 47. 06-11-2017 06-11-2017
 
RILASCIO DI DEROGA AL REGOLAMENTO URBANISTICO PER DOTAZIONI PARCHEGGI (ART.38.8 – ART.39.5) Ad istanza di parte A. ASSETTO DEL TERRITORIO Chi ha interesse presenta all'Ufficio Protocollo del Comune una richiesta su apposita modulistica per ottenere il rilascio della deroga relativo all’intervento che interessa. Istanza in bollo e pagamento di diritti di segreteria. Alla richiesta devono essere allegati: - estratti di mappa catastale, planimetrici in scala 1:2.000- 1:1000; - elaborati progettuali e stato di fatto di idoneo dettaglio. - relazione illustrativa delle necessità di deroga. - Documentazione fotografica - ricevuta versamento diritti di segreteria. Riferimenti normativi: Regolamento urbanistico del Comune di Barga Artt. 38.8 –39.5 06-11-2017 06-11-2017
 
RILASCIO DI PARERE AI SENSI ART.46 DEL REGOLAMENTO EDILIZIO Ad istanza di parte A. ASSETTO DEL TERRITORIO Chi ha interesse presenta all'Ufficio Protocollo del Comune una richiesta su apposita modulistica per ottenere il rilascio del parere relativo all’intervento che interessa. Istanza in bollo e pagamento di diritti di segreteria. Alla richiesta devono essere allegati: - estratti di mappa catastale, planimetrici in scala 1:2.000- 1:1000; - elaborati progettuali e stato di fatto di idoneo dettaglio. - relazione illustrativa - Documentazione fotografica - ricevuta versamento diritti di segreteria Riferimenti normativi: Regolamento Edilizio del Comune di Barga Art. 46 06-11-2017 06-11-2017
 
SCHEDA PROCEDIMENTI AREA ASSETTO DEL TERRITORIO Ad istanza di parte A. ASSETTO DEL TERRITORIO ELENCO PER TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTO DELL'AREA ASSETTO DEL TERRITORIO 25-02-2014 25-02-2014
 

Browse

I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici (direttiva comunitaria 2003/98/CE e d.lgs. 36/2006 di recepimento della stessa), in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.