Main Content

D.Lgs 33/2013 art. 35, c. 1,2 Tipologie di procedimento

Indietro
Ricerca
In corso

155 schede trovate

Browse

Procedimento Tipo Ufficio Descrizione Caricamento Aggiornamento Altri dati
PERMESSI DI COSTRUIRE Ad istanza di parte settore urbanistica ed edilizia privata Richiesta di permesso di costruire (art. 20, d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 – artt. 17-18-19, L.R. 15/2013) L'interessato deposita la richiesta nell'osservanza dell'atto di coordinamento tecnico previsto dall'art. 12, corredata dalla documentazione essenziale, tra cui gli elaborati progettuali previsti per l'intervento che si intende realizzare, la stessa viene registrata ed attribuita al responsabile del procedimento che entro 60 gg cura l'istruttoria; eventuale richiesta integrazioni; se necessita di acquisizione di atti di assenso comunque denominati di altre amministrazioni si convoca la conferenza dei servizi art. 14 e seguenti legge n. 241/90. La determinazione motivata di conclusione positiva della conferenza di servizi è ad ogni effetto titolo per la realizzazione dell'intervento 29-06-2020 29-06-2020
 
RICHIESTA ACCESSO ATTI AMMINISTRATIVI Ad istanza di parte settore urbanistica ed edilizia privata Richiesta di accesso agli atti amministrativi (L. 241/1990 e DPR 184/2006) 29-06-2020 29-06-2020
 
RICHIESTA CERTIFICATO IDONEITA' ALLOGGIATIVA Ad istanza di parte settore urbanistica ed edilizia privata Richiesta certificato di idoneità dell’alloggio e di conformità ai requisiti igienico-sanitari (D. Lgs 286/1998 e smi) 29-06-2020 29-06-2020
 
SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI CONFORMITA' EDILIZIA ED AGIBILITA' Ad istanza di parte settore urbanistica ed edilizia privata SCEA – D.P.R. 380/2001 art. 24 e L.R. 15/2013 Art. 23 La SCEA è presentata per interventi edilizi abilitati con SCIA e Permesso di Costruire. La stessa è presentata facoltativamente per gli interventi soggetti a CILA e nei casi di sanatoria. Può inoltre essere presentata in assenza di lavori per immobili privi di agibilità che presentano requisiti di sicurezza, igiene, salubrità, l'attestazione di prestazione energetica, il superamento delle barriere architettoniche. L'interessato presenta la SCEA entro 15 gg dalla effettiva conclusione delle opere e comunque entro il termine di validità del titolo corredata dalla comunicazione di fine lavori e dalla documentazione di cui all'art. 23 della LR 15/2013 art. 3. La SCEA viene registrata ed attribuita al responsabile del procedimento che entro 60 gg ne cura l'istruttoria. Controllo a campione ai sensi della determinazione N. 594 del 11/12/2019 e N. 113 del 04/03/2020. 29-06-2020 29-06-2020
 
SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INZIO LAVORI - SCIA Ad istanza di parte settore urbanistica ed edilizia privata SCIA (art. 22-23, d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 – artt. 14, L.R. 15/2013) L'interessato presenta la richiesta nell'osservanza dell'atto di coordinamento tecnico previsto dall'art. 12, corredata dalla documentazione essenziale, tra cui gli elaborati progettuali previsti per l'intervento che si intende realizzare, la stessa viene registrata ed attribuita al responsabile del procedimento che entro 5 gg lavorativi verifica la completezza della documentazione e delle dichiarazioni prodotte - comunicazione di regolare deposito efficacia della SCIA. Entro i 30 gg successivi all'efficacia verifica dei requisiti e dei presupposti richiesti dalla normativa e dagli strumenti territoriali ed urbanistici per l'esecuzione dell'intervento. Controllo a campione ai sensi della determinazione N. 594 del 11/12/2019 e N. 113 del 04/03/2020. In caso di controllo il termine riportato può essere sospeso una sola volta per chiedere chiarimenti e acquisire integrazioni alla documentazione presentata. Se necessita di acquisizione di atti di assenso comunque denominati di altre amministrazioni si convoca la conferenza dei servizi art. 14 e l'inizio dei lavori è subordinato alla conclusione positiva della stessa conferenza di servizi 29-06-2020 29-06-2020
 

Browse

I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici (direttiva comunitaria 2003/98/CE e d.lgs. 36/2006 di recepimento della stessa), in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.